FITORIMEDIO e bonifica delle acque

Per fitorimedio (o phytoremediation) si intende quella nuova tecnologia che sfrutta la capacità depurativa delle piante per la bonifica in situ di suoli, sedimenti ed acque contaminate.

Negli ultimi anni la ricerca in questo settore ha permesso di approfondire la conoscenza dei meccanismi di assorbimento e di trasformazione operati dalle piante nei confronti di composti come:

  • Solventi clorati
  • Derivati dal petrolio
  • Pesticidi
  • Esplosivi
  • Metalli pesanti (piombo, cadmio, zinco e nichel).

ASSORBIRE E TRASFORMARE

Alcune specie vegetali posseggono infatti la capacità di assorbire e di trasformare i contaminanti in sottoprodotti metabolici molto meno tossici (fitodegradazione).

A tale scopo, rispetto ad altre specie di bambù, il BAMBÙ MOSO ha evidenziato alcune caratteristiche superiori in termini di adattamento alle condizioni ambientali sfavorevoli. Il tasso di crescita del bambù Moso infatti è nettamente superiore a quello degli altri alberi.

Le caratteristiche del bambù gigante Onlymoso fanno si che questa pianta possa essere utilizzata a tale scopo, in quanto è stato provato che riesce ad assorbire i principali metalli pesanti (Cu, Pb, Zn) resistendo, metabolizzandoli e trasformandoli in biomassa vegetale.