ECOTURISMO

IMPORTANZA ECONOMICO-TURISTICA DELLA COLTIVAZIONE

Va assolutamente evidenziato come la maestosità e l’eleganza delle piante di bambù gigante riesca ad aumentare e migliorare anche la qualità del paesaggio dove vengono utilizzate.

Un’applicazione ambientale-paesaggistica del bambù gigante la si può trovare, oltre che nel suo utilizzo più pratico di barriera frangivento in prossimità di strade altamente trafficate, come vero e proprio POLMONE VERDE situato sia dentro le aree urbane che nelle immediate periferie. Ne sono testimonianza le diverse opere verdi che negli anni si sono costituite ed affermate al punto di divenire “il labirinto più grande del mondo” uno e la produttrice di uno dei “Cento suoni del Giappone da preservare” l’altro.

LA FORESTA DI BAMBÙ

La foresta di Bambù è senz’altro uno degli spettacoli della natura più pittoreschi. E composta da vari sentieri immersi in una vegetazione molto fitta formata dalle canne di bambù che possono raggiungere i 15 cm di diametro e i 25 mt di altezza. Crea un ambiente molto rilassante e rigenerante e la luce filtrata dalle foglie genera spettacoli di luce differenti in base all’intensità e alla posizione del sole nelle diverse fasi della giornata.

I suoni che si percepiscono al suo interno sono inconfondibili e creano un’intensa sensazione di benessere, il fruscio del vento che passa attraverso le alte canne di bambù, con il loro lento movimento oscillante, è un altro elemento che rende il luogo davvero incantevole.

In Europa esiste anche un altro parco tematico relativamente al bambù nella Francia del Sud “La bambouseraie de France”.

Tutti questi siti oltre ad essere molto importanti dal punto di vista ambientale ricoprono un importanza strategica anche sotto il profilo economico-turistico.
Sono infatti migliaia e migliaia i visitatori che ogni anno si recano in queste aree alla ricerca di serenità, svago e bellezza.